cronaca HOME

Bari calcio, l’ex presidente Cosmo Giancaspro resta ai domiciliari: il no del Riesame

Cosmo Giancapsro è stato arrestato il 26 settembre con l’accusa di bancarotta fraudolenta al termine dell’inchiesta sul fallimento della società Finpower. Si trova nella sua abitazione a Molfetta


L’ex presidente del Fc Bari 1908 Cosmo Giancaspro resta agli arresti domiciliari. Il tribunale del Riesame ha rigettato la richiesta di revoca della misura avanzata dai suoi avvocati e confermato quanto aveva imposto il gip Francesco Mattiace. L’ex patron della squadra di calcio era stato arrestato il 26 settembre, con l’accusa di bancarotta fraudolenta, al termine dell’inchiesta sul fallimento della società Finpower, che si occupava di energie rinnovabili e ha costruito un parco eolico a Melfi.

In realtà il procuratore aggiunto Roberto Rossi e il sostituto Giuseppe Dentamaro avevano chiesto la custodia cautelare in carcere, ma il gip ha ritenuto sufficienti i domiciliari. Da quel giorno Giancaspro si trova nella sua abitazione di Molfetta, dalla quale si è spostato due volte per recarsi nella sede della Procura di via Brigata Regina, dove è stato interrogato prima davanti al giudice Mattiace e poi dal solo pm Dentamaro

L’imprenditore ha rispedito al mittente le accuse di aver fatto fallire la Finpower per dirottare altrove i suoi capitali, parte dei quali – sostiene l’accusa – sarebbero confluiti nella Kreare Impresa, la società che deteneva il Fc Bari 1908. Gli inquirenti, però, non erano stati convinti dalle sue tesi e lo stesso è accaduto, evidentemente, per i giudici del Riesame che non gli hanno concesso la libertà.

0 commenti su “Bari calcio, l’ex presidente Cosmo Giancaspro resta ai domiciliari: il no del Riesame

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: