cronaca HOME

Molotov contro il balcone di un anziano, il vicino rom salva l’ottantenne dalle fiamme

Un’altra notte di fuoco e di atti vandalici a Giulianova. C’erano ancora negli occhi le fiamme attinte alle sedie a sdraio dello stabilimento balneare Azzurro Mare che ci si è trovati di fronte a qualcosa davvero di più pericoloso, non solo come gesto ma anche come danno, e soprattutto dal chiaro sapore intimidatorio.La notte scorsa ignoti hanno lanciato una molotov, una bottiglia incendiaria, sul balcone di un pensionato 80enne che abita in via Mattarella, nel quartiere Annunziata, a Giulianova, in provincia di Teramo. L’uomo è stato svegliato di soprassalto ed è uscito sul balcone terrorizzato, ed è stato un vicino di etnia rom, che ha il balcone confinante, ad aiutarlo a spegnere il focolaio che si era acceso.

Ma chi poteva avercela con quell’anziano? L’80enne non ha saputo dare una spiegazione dell’accaduto a meno che, secondo alcuni, qualcuno non abbia sbagliato balcone, oppure sia stato davvero un tentativo di intimidazione nei confronti dell’anziano.

Fatto sta che sull’accaduto stanno indagando i carabinieri che sono dovuti intervenire anche nella sede del Circolo canottieri che sorge sull’arenile subito dopo il molo Sud e gestito da Giuseppe Cartone, tra l’altro componente del Consiglio d’amministrazione dell’Ente Porto in quota Pd. Ignoti hanno completamente vandalizzato la struttura rompendo tavoli, sradicando passamano in legno e un ombrellone e soprattutto hanno lasciato per terra siringhe usate e cocci di bottiglie di birra ed altri alcoolici. Dato alle fiamme anche il rimessaggio di articoli da lavoro della ditta che svolge i lavori al nuovo braccio del porto, attualmente fermi. Le telecamere hanno ripreso tre ragazzini che entravano e uscivano dal box.

0 commenti su “Molotov contro il balcone di un anziano, il vicino rom salva l’ottantenne dalle fiamme

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: