attualità HOME

“Caro presidente della Harley venga a Torino a produrre le sue mitiche moto”

“Ho appreso la notizia che la sua azienda intende trasferire parte della produzione in Europa per evitare gli effetti delle guerre commerciali innescate dai dazi imposti da Trump. La invito a prendere seriamente in considerazione la possibilità di insediarsi a Torino. È una Città con una spiccata vocazione metalmeccanica, un’ottima università scientifica, centri di ricerca, dotata di competenze di grande qualità e di molti giovani ben preparati”.  Lo scrive Dario Gallina, presidente dell’Unione Industriale di Torino,  a Matthew S. Levatich, ceo della multinazionale americana Harley-Davidson. “Desidero inoltre farle presente – spiega Gallina nella lettera –  che nel nostro territorio opera una supply chain automotive molto ben strutturata e completa, ricca di competenze tecniche e progettuali, abituata, da anni, a forniture just in time: un supporto ideale per chi intenda avviare una nuova produzione. I costi, rispetto agli Usa, sono decisamente più competitivi e la nostra area è anche una valida piattaforma logistica per operare in Europa. Ci sono inoltre varie opportunità di insediamento in aree attrezzate con servizi e interessanti agevolazioni. Avrei piacere di incontrarla e presentarLe di persona i punti di forza di Torino

0 commenti su ““Caro presidente della Harley venga a Torino a produrre le sue mitiche moto”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: