cronaca HOME

Un’ora per sbarcare dall’aereo a Malpensa: passeggera disabile chiama la polizia

In arrivo da Freeport ha dovuto attendere a lungo l’arrivo del servizio dedicato a chi è in carrozzina


Ha fatto intervenire anche la polizia una donna disabile di Verona che ha dovuto attendere un’ora per poter sbarcare da un aereo atterrato a Malpensa. In viaggio da Freeport, nelle Bahamas, insieme con il marito e con il figlio di tre anni, la passeggera in carrozzina non poteva sbarcare fino all’arrivo del servizio trasporto disabili. E alla fine si è rivolta alla Polaria.

Il disguido è stato dovuto al fatto che due voli precedenti non avevano fatto richiesta del servizio e c’è stata, dunque, la necessità di far sbarcare passeggeri inattesi, creando ritardi nei servizi successivi, incluso questo che ha visto coinvolta la passeggera da Freeport. Un ritardo di cui Sea si è scusata sentitamente, sottolineando però che la mancata richiesta preventiva da parte delle compagnie aeree è la principale causa dei ritardi in questi casi.

0 commenti su “Un’ora per sbarcare dall’aereo a Malpensa: passeggera disabile chiama la polizia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: