HOME politica

Santino Ferretti: L’Italia una risorsa fondamentale.

santono ferretti

Oggi affrontiamo un tema che per l’Italia dovrebbe essere una risorsa fondamentale. Infatti, difficilmente si trova (ed è forse per questo che siamo definiti il cosiddetto “bel paese”) un posto così carico di storia, quella storia da cui ha avuto origine la cultura europea ed ha contaminato grande parte dell’area mediterranea. Non bastasse questo, la nostra cultura, aperta ad orizzonti sempre più ampi, ci ha portato a sperimentare, a conoscere, a viaggiare, al punto che anche le Americhe sono il risultato del nostro modo di essere, non fosse altro per il fatto che Cristoforo Colombo le ha rese conosciute. Il fatto di essere una residenza importante per la storia, ci ha consegnato un grande patrimonio artistico e culturale, non a caso siamo il Paese dove è nata la prima università del mondo occidentale e dove ha avuto modo di esprimersi un periodo unico come quello rinascimentale. A tutto questo patrimonio, se ne aggiunge un altro, frutto di una arcana cospirazione, che ci ha collocato in mezzo a diversi mari ed attaccati alla restante Europa con una delle più belle catene montuose. Gli italiani, poi, hanno completato l’opera. Ne risulta un paese dove non manca niente, paesaggi, luoghi della memoria, arte, cultura, cucina ed originalità. Dovremmo per questo essere l’unica meta per i turisti ed invece, su questo terreno, mostriamo grandi lacune, ritardi ed errori imperdonabili. Ne è vittima di questo modo errato di agire anche la Regione Abruzzo, che ha delle particolarità che la rende unica ed originale. Infatti abbiamo un paesaggio che dalla vetta più alta degli Appennini, in Gran Sasso, questa immensità che pare celebrare il mistero della assoluta immobilità e che domina l’orizzonte con lo stesso sguardo con cui un pastore maremmano osserva il suo gregge, degrada fino al mare Adriatico per perdersi nell’orizzonte sconfinato. Il passaggio dalla montagna al mare è solcato da colline e valli, emozionati al punto da alimentare corsi, fiumi e torrenti con le lacrime della incredulità, al punto da rendere l’Abruzzo una terra corsara, fatta di uomini e donne Forti e Gentili. Al cospetto di cotanto splendore, renderla una terra di passaggio o addirittura sconosciuta ed in molti casi non attraente è un’opera ardua, che solo ad una classe dirigente gretta e retriva poteva riuscire. Dobbiamo assolutamente ripartire dall’ambiente, che è la nostra migliore risorsa e dobbiamo imparare a valorizzare l’Abruzzo intero, non i singoli interessi, come se fossimo un paese diviso in tante fazioni. Abbiamo i paesi di montagna che rappresentano un patrimonio unico di bellezza, storia e cultura, che muoiono non perché gli abitanti invecchiano, ma per colpa di una politica miope, incapace di capire. Abbiamo i paesi costieri che vivono come gli orsi marsicani, vanno in letargo d’inverno per poi svegliarsi improvvisamente d’estate e vivere la stagione affidandosi al sole ed al mare. Eppure i turisti potrebbero essere una presenza continua durante tutto l’anno, dalle piste da sci alle spiagge, passando per i nostri parchi, i nostri Borghi e le nostre tradizioni. Serve a tutto questo una diversa sensibilità, una unica regia che promuova l’Abruzzo nella sua interezza. Serve uno spirito di solidarietà, che crei una unica comunità che va dal mare alla montagna, perché solo in Abruzzo si può sciare con lo sguardo sul mare è si può passare dal mare alla montagna, attraversando l’animo umano in un tempo così breve in cui neanche lo stato d’animo riesce a cambiare, dominato com’è dal fascino della nostra terra. Tutto questo è dentro di noi, siamo noi abruzzesi che possiamo segnare il destino di questa terra. Forse, non ne abbiamo ancora la consapevolezza.

0 commenti su “Santino Ferretti: L’Italia una risorsa fondamentale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: