cronaca HOME

Bologna, uccise la moglie a coltellate: condannato a vent’anni di carcere

Vent’anni di carcere per aver ucciso la moglie a coltellate. È la sentenza stabilita dal gup del Tribunale di Bologna Alberto Ziroldi nei confronti di Athos Vitali, 70 anni, accusato dell’omicidio di Anna Lisa Cacciari. Il delitto è avvenuto il 20 novembre scorso nella loro casa di Armarolo di Budrio, nel Bolognese. Il pm Stefano Orsi aveva chiesto una condanna a 30 anni in virtù del rito abbreviato che dà diritto allo sconto di un terzo della pena.

Vitali, difeso dall’avvocata Francesca Gabriele, dopo 48 ore dal delitto si autoaccusò davanti agli inquirenti ricostruendo la lite con la moglie, scoppiata quando lei gli ha fatto notare il suo ritardo nel tornare a casa. L’uomo spiegò di essere stato prima da un’amica con cui aveva una relazione e poi fece ritorno a casa perché doveva andare con la moglie in banca, per problemi di debiti. Pochi giorni dopo, però, ritrattò dichiarandosi innocente. All’Udi, parte civile con l’avvocato Rossella Mariuz, è stato riconosciuto un danno integrale di 10mila euro.

0 commenti su “Bologna, uccise la moglie a coltellate: condannato a vent’anni di carcere

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: