attualità HOME

Roma, da Villa Ada al centro il verde invivibile senza manutenzione

La lettera alla sindaca di un bimbo di Acilia: “Alla Madonnetta solo erba altissima e giostre rotte. Rivoglio il giardino com’era”

Roma, da Villa Ada al centro il verde invivibile senza manutenzioneLo sfalcio a Villa Ada

Lo sfalcio (a metà) di villa Ada, i rifiuti ammucchiati in piazza Cairoli, pieno centro storico, e ripresi dagli smartphone dei turisti. E, per non farsi mancare davvero nulla, pure gli allarmi e le segnalazioni lanciate dai residenti di tutte le età. Per il Campidoglio a guida grillina non c’è pace in queste ore: con lo scoppio di una primavera dalle temperature in realtà semiestive, i romani non vedono l’ora di riappriopriarsi di parchi e giardini.
Peccato che la missione non sia delle più semplici: erba alta anche oltre il metro, zanzare tigre pronte ad azzannare chiunque capiti a tiro e sporcizia rendono davvero difficile godersi il sole all’aria aperta.

Lo testimonia anche la lettera che un bambino ha inviato alla sindaca Virginia Raggi. Se al Nomentano la Luiss, ateneo privato, questa mattina riaprirà al pubblico Villa Blanc, il disastro del parco della Madonnetta di Acilia traspare nelle accorate righe inviate in Campidoglio da Daniele, «un bambino che sogna in grande».
Nella missiva, penna blu e stampatello per evitare errori di grafia, il piccolo racconta l’evoluzione dello spazio verde. Un tempo aveva «una bella piscina e dei bei campetti». Oggi rimangono un progetto lasciato a metà, «erba altissima e giostre rotte. Ora ci vanno solo gli adulti che corrono e si allenano». Una landa desolata per i bimbi che «vogliono esprimere la loro fantasia» e aspettano che il M5S rispetti le promesse prese sulla riqualificazione del vecchio punto verde qualità. La revoca al concessionario arrivata nel 2015 ha lasciato un panorama spettrale.

Tornando dal litorale verso il centro, più precisamente nel II municipio, la sensazione è quella di essere rimasti immobili. Fermi al punto di partenza. Perché, se villa Ada è stata ripulita, è pur vero che alcune aree sono ancora abbandonate a loro stesse. Basta allargare il tour, a piedi o in bici, per accorgersene. Il medesimo discorso può essere applicato anche al verde a ridosso dell’Auditorium. A due passi dal Parco della Musica e dal suo straordinario cartellone estivo passeggia ogni giorno Claudio Baudazzi: «Possibile che davanti a uno dei posti più accoglienti di Roma ci sia tanto degrado? Qui c’è un giardinetto ombreggiato, con quattro panchine, ma nessuno lo cura». La pavimentazione è in parte divelta, pericolosa soprattutto per gli anziani. «Non sappiamo neanche più chi chiamare — continua Baudazzi — se l’Ama o il Comune. A terra è pieno di foglie secche e buste di plastica.

Attorno alle panchine, invece, l’erba ha raggiunto ormai i 40 centimetri di altezza». Si resta in attesa del piano straordinario di sfalciamento e pulizie promesso dalla sindaca Virginia Raggi. Tenendo ben presente che qui non arriveranno le 50 mila pecore della Coldiretti, destinate invece a 20 parchi a vocazione agricola. Aree verdi di periferia che, per assurdo, potrebbero ritrovarsi presto più in salute dei giardini urbani. Di sicuro delle fontane. La Barcaccia di piazza di Spagna, dopo la denuncia di Repubblica, è stata ripulita. Idem per quanto riguarda lo specchio d’acqua di piazza della Repubblica.

Nel frattempo, però, mucillagine e alghe

hanno cominciato a divorare la fontana di piazza della Madonnetta dei Monti. Per fermare il virus del degrado ci vuole un intervento immediato. Dal Simu, il dipartimento dei Lavori pubblici del Campidoglio, spiegano che il bando per la pulizia è vicino alla chiusura. Questione di giorni e poi dovrebbero partire gli interventi. Anche in questo caso l’urgenza è massima. L’invasione di turisti di cui i 5S scrivono nei loro post su Fb va ripagata con una cura antidegrado.

0 commenti su “Roma, da Villa Ada al centro il verde invivibile senza manutenzione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: