HOME politica

Il premier incaricato rimette il mandato. Di Maio: “Scelta Mattarella incomprensibile”

Il premier incaricato rimette il mandato. Di Maio: "Scelta Mattarella incomprensibile"Giuseppe Conte al Quirinale per formalizzare la decisione di rimettere il mandato (fotogramma)

Il presidente del consiglio incaricato Giuseppe Conte rinuncia e rimette l’incarico esplorativo per “formare il governo di cambiamento” nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

ROMA – È durata appena quattro giorni la parentesi dell’incarico che il capo dello Stato ha affidato a Giuseppe Conte per la formazione di un governo M5s-Lega.
“Ringrazio gli esponenti delle due forze politiche per avere fatto il mio nome per formare il governo di cambiamento. Vi posso assicurare di avere profuso il massimo sforzo, la massima attenzione per adempiere a questo compito”. La rinuncia dell’incarico evidenzia uno scontro istituzionale in atto, con la Lega che punta l’indice contro il Quirinale. “Abbiamo lavorato per settimane, giorno e notte – ha tuonato Matteo Salvini – per far nascere un governo che difendesse gli interessi dei cittadini italiani. Ma qualcuno (su pressione di chi?) ci ha detto No. Mai più servi di nessuno, l’Italia non è una colonia. A questo punto, con l’onestà, la coerenza e il coraggio di sempre, la parola deve tornare a voi!”.

Il presidente della Repubblica non ha ceduto all’imposizione di Paolo Savonaal dicastero dell’Economia. Nel pomeriggio erano saliti prima il segretario della Lega Matteo Salvini, poi il capo politico del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio. L’obiettivo era sciogliere il nodo politico sul ministero dell’Economia che i due leader volevano affidare al professor Paolo Savona. Il risultato è stato che Conte ha rinunciato all’incarico. Vano è stato il tentativo dello stesso Savona di tranquillizzare il Quirinale diffondendo un comunicato nel quale si dichiarava europeista e manifestava l’intenzione di mantenere l’Italia nella Ue. Ma su Savona c’è stato un veto dal Quirinale.

Conte era entrato al Quirinale con una borsa di pelle in mano, tra qualche timido applauso dei curiosi. Prima di lui erano saliti al Colle i due leader del M5s e della Lega che si erano accordati, firmando un Contratto, per la formazione del governo. I segni erano stati fino a quel momento discordandi. Per un certo periodo Salvini, Di Maio e lo stesso Davide Casaleggio avevano espresso ottimismo. Poi, però, le aspettative di una conclusione positiva erano scemate sempre di più fino alla rinuncia formale dell’incarico di Conte.

0 commenti su “Il premier incaricato rimette il mandato. Di Maio: “Scelta Mattarella incomprensibile”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: