Roma, botticelle in rivolta contro nuovo regolamento. “Aperture da Campidoglio”

La protesta delle carrozzelle: “Vogliamo restare nel centro storico”. Poi l’incontro coi rappresentanti dell’assessorato all’Ambiente.

sfogliare news.jpg

Si è conclusa alle 13,  al termine dell’incontro termine dell’incontro tra una delegazione dei vetturini e i portavoce degli assessori all’Ambiente e alla Mobilità, la protesta delle botticelle, contro la bozza di regolamento in via di approvazione dal Campidoglio per togliere le tradizionali carrozze dalle strade e relegarle a Villa Borghese, Villa Pamphilj, nella tenuta di Castel di Guido e al parco degli Acquedotti. Stamani i 38 vetturini in protesta hanno sfilato nel centro storico per poi radunarsi in piazza Madonna di Loreto con la richiesta di essere ricevuti dall’amministrazione comunale.

“Chiediamo alla sindaca  di rivedere le misure contenute nel nuovo regolamento, le botticelle devono rimanere nel centro storico perché siamo un servizio pubblico non di linea – afferma Angelo Sed, il presidente della Nuova associazione vetturini romani (Naver) – il blocco del servizio tra le 13 e le 17 previsto dal 1 giugno al 15 settembre ci obbliga a stare fermi con qualsiasi temperatura, è un controsenso visto che i veterinari stabiliscono che fino ai 35 gradi i cavalli possono circolare”.

Altro tema è quello delle salite. “Le associazioni animaliste – prosegue Sed – sostengono che i cavalli devono evitare le salite, ma secondo voi come ci arriviamo a Castel di Guido o sulla sommità di Villa Borghese e Villa Pamphilj: così facendo questo lavoro muore”.

E Giovanni Cervalieri, 71 anni, vetturino da 48, aggiunge: “Con tutti i problemi irrisolti in città, tra la spazzatura e l’invasione dei bus turistici, possibile che la questione dirimente siano 48 carrozzelle”. Massimo Stazzi, 60 anni, vetturino da tre generazioni continua: “Vivo tra i cavalli da quando avevo 8 anni – ricorda mentre accarezza il suo Chicco – se come dice la sindaca i taxi sono il biglietto da visita di Roma, noi siamo l’eccellenza della città”. Fino all’incontro di questa mattina.  “Ci hanno promesso un nuovo incontro a breve con gli assessori in persona, prima che il regolamento passi all’esame dei municipi – spiega ancora Sed – ci hanno dato segni di apertura sul blocco degli orari in estate, contenuto nell’attuale regolamento, così come sulla possibilità di aprirci  via dei Fori Imperiali la domenica e nei giorni festivi”.  Ma il braccio di ferro sul nuovo regolamento  continua: “Se verrà approvato – esclamano i vetturini – lo impugneremo al Tar”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...