HOME INTERVISTA

Eskeyla Effe: i’m happy

Su Instagram la potete trovare come “eskeyla____13 “Eskeyla Fabene” in arte Eskeyla Effe però è Made in Italy anzi, più precisamente “romana“, una sognatrice come ama definirsi, ed è lei la protagonista della copertina di Personal Trainer Italia di questa settimana. Eskeyla ha una bellezza semplice e complessa allo stesso modo, basta un po’ di crema idratante per mantenersi immutata. Ma Eskeyla ama senza ombra di dubbio sperimentare, comprendere nel vero senso della parola, insomma tutto quello che attira la sua attenzione. Folle e pragmatica lascia trasparire in ogni sua parola l’entusiasmo che ha per la vita. Fitness model, atleta, attrice, ma soprattutto una mamma moderna, oggi siamo qui con lei per conoscerla meglio

ESHEYLA.jpg

Su Instagram la potete trovare come “eskeyla____13“Eskeyla Fabene”  in arte Eskeyla Effe però è Made in Italy anzi, più precisamente “romana“, una sognatrice come ama definirsi, ed è lei la protagonista della copertina di Personal Trainer Italia di questa settimana Eskeyla ha una bellezza semplice e complessa allo stesso modobasta un po’ di crema idratante per mantenersi immutata. Ma Eskeyla ama senza ombra di dubbio sperimentare, comprendere nel vero senso della parola, insomma tutto quello che attira la sua attenzione. Folle e pragmatica lascia trasparire in ogni sua parola l’entusiasmo che ha per la vita. Fitness model, atleta, attrice, ma soprattutto una mamma moderna, oggi siamo qui con lei per conoscerla meglio.

Ci racconti in breve il tuo percorso formativo ?

Faccio sport da quando sono piccolina, ho iniziato con la danza classica, ancora ho i video che mi faceva mia madre con il “mini tutu’”,alle elementari ho iniziato con il nuoto, una passione nata perché’ vedevo i miei cugini che gareggiavano, uno di loro ha fatto anche le olimpiadi, mi sembrava un sogno arrivare a certi livelli, ho iniziato quando ero alle elementari, ricordo che entravo in vasca e uscivo dopo 3 ore, facevamo chilometri in acqua, studiavo e mi allenavo, tra le varie gare sono arrivata ai campionati di nuoto regionali.
Ho lasciato il nuoto alla fine delle 5 elementare, dalle medie sono tornata a fare danza, un periodo ricordo ancora che facevo danza e pugilato insieme….da li’ la scintilla per boxe, una delle mie passioni, in realtà’ non amavo fare a pugni e sinceramente l’idea di rompermi il naso nemmeno mi piaceva, ma la sensazione che sentivo ogni volta che mettevo i guantoni e iniziavo a fare le serie “diretto sinistro, diretto destro, gancio sinistro, diretto destro” era fantastica, mi hanno sempre detto che era uno sport innaturale che “invece di allontanarti dal dolore, con la boxe ci vai incontro” , ma a me piaceva e poi uscivo dagli allenamenti scarica da tutte le tensioni, non ho mai potuto combattere perché’ avevo le protesi al seno e quindi mi divertivo a fare i guanti in palestra, il fatto che non potevo combattere con il tempo mi ha demotivata, erano i primi anni che in italia si sentiva parlare di crossfit, iniziai ad allenarmi nel 2013, 4 anni di crossfit agonistico, ho sempre visto il crossfit come uno sport completo, gli allenamenti e le gare spaziano endurance alla ginnastica, dalla pesistica ad esercizi metabolici, nelle gare estive ce’ anche il nuoto…ero diventata una crossfit addicted! 2 allenamenti al giorno, mattina e pomeriggio, lavoravo e tornavo al box ad allenarmi, fino al giorno che iniziai a specchiarmi e non piacermi più’…l’eccessiva muscolatura mi ha portata a guardarmi intorno per capire come modellare il mio corpo…
Li’ e’ arrivato il Bodybuilding

Per farti conoscere meglio ai nostri lettori gli atleti facciamo sempre una domanda di rito: come è nata questa tua passione? 
Ho sempre avuto un attrazione particolare per i sovraccarichi e la ghisa in generale, incanalavo le mie energie su movimenti più dinamici praticando il crossfit a livello agonistico tenendo sempre un occhio defilato sul bodybuilding, l’idea di poter costruire e modellare il corpo a proprio piacimento mi ha sempre affascinato e incuriosito, quindi mentre praticavo crossfitt iniziavo a studiare le varie metodologie di allenamento e la teoria del bodybuilding sul corpo femminile e maschile.Dopo qualche anno di crossfitt il mio corpo era diventato decisamente performante e ipertrofico ma non aveva le forme che desideravo, quindi mi son buttata nella sala pesi, da allora quella che prima era una affascinate curiosità si è trasformata in passione.

Premi importanti vinti?

Aprile 2018 4 posto musclecontest ireland, invece di fare le cose gradualmente iniziando con qualche regional avendo una condizione di base già costruita e molto Vicina ai canoni delle bikini mi sono voluta mettere a confronto con le atlete più forti di me andando a competere a livello internazionale in Irlanda maggio 2018 2posto GalaxyPro bariproqualifier categoria bikini

Ad un giovane atleta che voglia intraprendere un percorso di bodybuilding natural che consigli fondamentali daresti ?

Uno dei consigli che mi sento di dare a chi intraprende questo percorso è quello di non vergognarsi mai della propria forma fisica di entrare in sala pesi e cercare di migliorarsi , tutti abbiamo qualcosa che non ci piace del nostro corpo altrimenti non saremo lì a sudare e lavorare sodo , sfruttate la vostra condizione di base proprio come sprono, dev’essere il primo gradino da scavalcare, mettetevi un piccolo obbiettivo non tanto lontano come ad esempio quello di perdere qualche kg se siete in sovrappeso o metterne qualcuno se siete sottopeso, raggiungetelo con determinazione poi passare allo step successivo, non arrendetevi mai!!! quel piccolo gradino che passo salirete da lì a qualche tempo sarà diventata un enorme scalinata, quando vi volterete per guardare da dove siete partiti sarete tanto in alto che vi verranno le vertigini!  Affidatevi sempre a persone esperte per i consigli, e lasciate perdere i ciarlatani: ricordatevi la professionalità costa. diffidate dai praticoni. vi faranno perdere tempo e fiducia in voi stessi.

Come ti vedi tra 5 anni?

Con il cassetto dove mettevo i miei sogni quasi vuoto perché’ sono riuscita a realizzare quello che volevo….ovviamente non ti dico nulla per scaramanzia:-))))fisicamente mi vedo sicuramente meglio di come sono adesso! Il corpo è in continua evoluzione se gli si danno gli input giusti. il segreto è la caparbietà ed io sono molto testarda!

Se potessi tornare indietro, faresti qualcosa di diverso a livello professionale eo di formazione nella tua vita ?

Sicuramente non sceglierei la facoltà’ di psicologia avrei scelto qualcosa con più’ possibilità’ e sbocchi lavorativi.

Ai un motto?  Il successo non è un caso, è duro lavoro, perseveranza, apprendimento, sacrificio e, soprattutto, amore per quello che stai facendo. Cosa significa per te essere bella? Significa convivere bene con il proprio corpo e con la testa, essere felici di come siamo

Credi nell’amore?: Si, l’amore è il motore del mondo:-)  Sono una delle ultime romantiche

0 commenti su “Eskeyla Effe: i’m happy

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: