Real Madrid-Juventus 1-3: impresa sfiorata, poi la beffa nel recupero

Bianconeri a un passo dalla storia. Nel primo tempo doppietta di Mandzukic, nella ripresa tris di Matuidi dopo un gentile regalo di Navas. Nel recupero l’arbitro Oliver concede rigore agli spagnoli e Buffon viene espulso per proteste. Poi Ronaldo manda le merengues in semifinale

sfogliare news.jpg

MADRID – Un contatto sospetto in area tra Benatia e Lucas Vazquez al 92′ manda in pezzi il sogno bianconero. La Juventus sfiora l’impresa al Bernabeu andando avanti 3-0 grazie a una doppietta di Mandzukic e al gol di Matuidi. Un risultato identico a quello dell’andata, impensabile alla vigilia, frutto di una partita praticamente perfetta. Ma proprio quando i tempi supplementari sembrano cosa fatta, l’arbitro Oliver decreta calcio di rigore per gli spagnoli. Volano insulti in campo e Buffon viene anche espulso per proteste. Poi Cristiano Ronaldo manda le merengues in semifinale.

SUBITO MANDZUKIC – 4-3-3 per Allegri che, senza lo squalificato Dybala, in attacco sceglie Douglas Costa, Higuain e Mandzukic. A centrocampo Pjanic, Khedira e Matuidi. De Sciglio e Alex Sandro esterni con Benatia e Chiellini a difesa di Buffon. 4-3-1-2 per Zidane che in attacco punta su Cristano Ronaldo e Bale con Isco trequartista. Kroos, Modric e Casemiro in mezzo al campo. Vallejo rimpiazza lo squalificato Sergio Ramos in difesa. Si comincia e la Juventus fa subito gol dopo 2′: ripartenza di Douglas Costa, palla a destra a Khedira che crossa e colpo di testa vincente di Mandzukic, appostato sul secondo palo. E’ una Juventus attenta dietro e pronta a ripartire velocemente per mettere in difficoltà una difesa madrilena non certo impeccabile. Al 7′ altro scatto di Douglas Costa, palla in area per Higuain che calcia scivolando e Navas se la cava. Il Real reagisce e Buffon prima ferma Bale e poi Cristiano Ronaldo.

MANDZUKIC COME DEL PIERO – Al quarto d’ora ancora pericoloso Mandzukic dopo un angolo, ma pallone che Navas blocca. Al 17′ Allegri decide di cambiare De Sciglio, dolorante a un piede: entra Litchsteiner. Ma la sostituzione è forse frutto di una incomprensione tra l’esterno italiano e il tecnico. Il Real Madrid rifiata e poi torna a spingere nel finale del tempo, ma Marcelo non trova la porta, Kroos viene murato da Pjanic e quindi ancora un super Buffon salva su Isco. Al minuto 37 la Juventus raddoppia: Lichtsteiner crossa dalla destra e ancora una volta sul secondo palo Mandzukic può colpire di testa beffando Navas. Il croato è il secondo giocatore bianconero nella storia a fare doppietta al Bernabeu: il primo fu Alex Del Piero nel 2008. Nel recupero Real vicino al gol: punizione e incornata di Varane che coglie la traversa.

PAPERA NAVAS, MATUIDI RINGRAZIA – Zidane ne cambia due a inizio secondo tempo inserendo Lucas Vazquez e Asensio al posto di Casemiro e Bale. Ma il copione del match cambia poco e la Juventus osa ancora soprattutto con Douglas Costa, incontenibile sulla destra. Suo il sinistro che al 4′ termina di poco alto. Ronaldo risponde al volo poco dopo, ma Buffon è attento. Al 14′ squillo di Higuain con parata di Navas. La Juventus insiste a passa ancora al 16′: traversone in area del solito Douglas Costa, Navas esce in presa bassa ma non trattiene sull’attacco di Matuidi, palla vagante e il francese la mette dentro.

RONALDO NON SBAGLIA – Adesso siamo in perfetta parità: 3-3. E la partita si fa tesa, nervosa, con le squadre un po’ più attente a non sbagliare. Il Madrid nel finale viene fuori con prepotenza alla ricerca del gol-qualificazione. Buffon al 33′ dice di no a Isco, quindi una girata di Varane si perde di poco sul fondo così come un colpo di testa di Chiellini che sfiora l’autogol. La partita scivola verso i supplementari e sono i tre i minuti di recupero. Poi al 92′ accade quello che vi abbiamo raccontato: sponda di Ronaldo per Vazquez che viene tamponato da Benatia, anche se l’intervento del marocchino sembra sul pallone. Ma per Oliver è rigore, Buffon colleziona la prima espulsione in 117 gare e Cristiano con freddezza batte Szczesny.

Real Madrid-Juventus 1-3 (0-2)
Real Madrid (4-3-1-2): Navas, Carvajal, Varane, Vallejo, Marcelo, Kroos, Casemiro (1′ st Asensio), Modric 5.5 (30’st Kovavic), Isco, Ronaldo, Bale (1′ st Lucas Vasquez). (13 Kiko Casilla 9 Benzema 15 Hernandez 18 Llorente). All. Zidane
Juventus (4-3-3): Buffon, De Sciglio (17′ pt Lichtsteiner), Benatia, Chiellini, Alex Sandro, Khedira, Pjanic, Matuidi, Douglas Costa, Higuain (48′ st Szczesny), Mandzukic. (7 Cuadrado 8 Marchisio 22 Asamoah 24

Rugani 27 Sturaro). All. Allegri
Arbitro: Oliver (Gb)
Reti: nel pt 2′ e 37′ Mandzukic; nel st 16′ Matuidi, 48′ Ronaldo rig
Angoli: 7-3 per il Real
Recupero: 2′ e 3′
Espulso Buffon 48′ st per proteste
Ammoniti: Carvajal, Marcelo, Pjanic, Mandzukic, Lichtsteiner, Alex Sandro, Douglas Costa e Benatia per gioco scorretto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...