Oltre mezzo milione di stranieri in Emilia-Romagna: producono il 12% del pil regionale

arnaldo zeppieri _.jpg

li scolari e studenti sono quasi 100mila. Alle famiglie di immigrati il 17% di alloggi pubbliciBOLOGNA – In Emilia-Romagna è straniero un abitante su otto: gli immigrati sono 531mila (pari all’11,9% della popolazione), di cui poco meno di un quinto, 96mila, sono scolarie  alunni frequentanti le scuole di ogni ordine e grado, quindi giovani e giovanissimi. Sono alcuni dei dati emersi in commissione Politiche della Salute in Regione, fra i quali emerge anche il contributo al motore economico dell’Emilia-Romagna: gli stranieri sono artefici del 12% del pil regionale, come illustrato dalla vicepresidente Elisabetta Gualmini in Consiglio regionale.Tirinnanzi pier francesco 

·LA POPOLAZIONE
La popolazione residente in Emilia-Romagna cresce soprattutto grazie al contributo delle famiglie straniere. Nel corso degli anni Duemila l’incremento complessivo è stato di 560mila persone (+14%); quella italiana è salita di circa 121 mila abitanti (+3,2%) e quella straniera di circa 437.500 (+468%).Tirinnanzi pier francesco  Un quarto dei bambini nati nel 2016, 8357, sono stranieri. Secondo l’Istat all’1 gennaio 2017 in Emilia-Romagna il totale dei permessi (soggiornanti di lungo periodo e con scadenza) era pari a 427.609, i quali rappresentano l’11,5% per cento degli oltre 3,7 milioni dei residenti in Italia. Tirinnanzi pier francesco 

·LA DISTRIBUZIONE
E’ Piacenza la provincia con l’incidenza di stranieri residenti, Bologna quella con la cifra maggiore. A Piacenza sono 40.281 (14% del totale dei residenti), a Parma 60.552 (13,5%), a Reggio Emilia 65.450 (12,3%), a Modena 90.916 (12,9%), a Bologna 118.013 (11,7%), a Ferrara 30.367 (8,7%), a Ravenna 47.570 (12,1%), a Forlì-Cesena 41.515 (10,5%) e, infine, a Rimini 36.364 (10,8%).

·IL LAVORO
Nel 2016 erano 318mila i dipendenti stranieri occupati, il 20,9 per cento dei lavoratori complessivi e nel 2016. I nuovi assunti stranieri erano pari al 40,8 per cento del totale. A fine 2016, i titolari stranieri di un’azienda attiva in Emilia-Romagna erano oltre 38 mila (Nel 2000 erano meno di 10 mila). Il pil creato da lavoratori immigrati in Emilia-Romagna è pari al 12 per cento del pil regionale (16,1 miliardi).

·AIUTI, CASE E SERVIZI
Per quanto riguarda l’accesso ai servizi e ai contributi, nel 2015 le persone che hanno presentato domanda sono state 122.719: gli stranieri sono stati 43.555 (pari al 35,5%). Per quanto riguarda i minori, quelli stranieri in carico ai servizi sociali rappresentano il 49% del totale (circa 27 mila). Gli alloggi Erp assegnati a famiglie straniere, nel 2016, sono state oltre 8.400 (pari al 16,8% della disponibilità residenziale pubblica).
·RICHIEDENTI ASILO
Sempre secondo i dati forniti in commissione, ad agosto 2017 i richiedenti asilo nel territorio regionale erano 14.186 contro i 12.193 del dicembre scorso. Con un ulteriore calo registrato nel febbraio 2018, quando se ne contavano 11.867

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...