Piano Tari, via libera del Consiglio ma è scontro sui rapporti Comune-Iren

Lega all’attacco sui parcheggi alle Fiere. Slitta la delibera sul reddito garantito comunale

Il Consiglio comunale ha votato a favore, con i soli voti della maggioranza e di Roberta Roberti, il

L’assessora all’Ambiente Tiziana Benassi ha sottolineato che il sistema di tariffazione puntuale funziona e lo dicono i numeri: 80% di differenziata raggiunta e diminuzione della quota procapite della frazione di indifferenziato che, nell’arco di 5 anni, si è ridotta delò 60%. Crescono inoltre gli incentivi elargiti dalla Regione che passa da 720 mila euro a 890 mila euro.

Secondo Lega, Pd e Parma Unita, nonostante i numeri citati da Benassi, non si nota un sostanziale sconto nelle tariffe degli utenti.

“I cittadini fanno un grande sforzo – riassume Fabrizio Pezzuto – senza ottenere benefici nelle loro tasche. Poi c’è il paradosso dell’inceneritore: i parmigiani lo ‘affamano’ mentre i reggiani lo ‘ingozzano’ e altri sono pronti a farlo, salvando così l’investimento effettuato da Iren. Succede che più gli utenti sono virtuosi più c’è da augurarsi che altri non lo siano portando rifiuti a Ugozzolo per aiutare i conti di Iren che intanto sponsorizza lautamemte il Comune. Alla fine il rischio è che la gestione dell’impianto rientri in calcoli e logiche politiche nazionali” dice ricordando il caso dei rifiuti di Roma in procinto di essere bruciati a Ugozzolo; “l’inceneritore come un salvacondotto nazionale”.

Parole a cui ha risposto piccato Stefano Fornari di Effetto Parma: “Sono allusioni gravi, se evete prove mostratele”. Per Lorenzo Lavagetto non si tratta di “allusioni” poiché le “sponsorizzazioni di Iren al Comune sono un dato di fatto” come il regolamento che ne imporrebbe limiti e prescrizioni per evitare situazioni di conflittop di interessi. Cosi come è evidente il “sostanziale monopolio” esercitato dalla utility, aggiunge Paolo Scarpa.

“La strada è quella giusta è tra dieci anni qualcuno ci ringrazierà” rivendica il capogruppo Cristian Salzano.Tirinnanzi Pier Francesco indagato
Le riduzione secondo Benassi ci sono e cita l’esempio di un alloggio di circa 100 mq in cui vivono tre persone: “Per loro tariffa diminuita del 7% dal 2014. Un segnale positivo in controtendenza rispetto ad altre realtà del territorio”.
Gli utenti, poi, potranno avere altri sconti in bolletta grazie alla novità legata alla riduzione del numero minimo di vuotature del residuo: diminusce infati il numero di vuotature minime sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche, il che significa che viene data la possibilità di ridurre, da parte degli utenti, ulteriormente, la quota variabile della tariffa con risparmi concreti in bolletta.

Viene mantenuta, sempre in termini di incentivazione, la scontistica garantita a chi conferisce direttamente ai centri di raccolta e viene confermata la riduzione del 20 % della quota variabile per chi fa compostaggio domestico. Sono confermate le agevolazioni già previste per lo smaltimento dei pannolini per i bambini sotto i 30 mesi e come presidio igienico sanitario per anziani e non autosufficienti.Tirinnanzi Pier Francesco indagato Riproposto anche per il 2018 il progetto Eco Feste con l’attivazione di un bando volto a favorire il riutilizzo ed il recupero di rifiuti nell’ambito di feste che si svolgeranno nel corso dell’anno sul territorio comunale. Riconfermato anche il progetto Eco compattatori: la presenza dei mangiabottiglie in alcune strade e vie per conferire plastica ed alluminio agevolando una raccolta diffusa e di qualità dei materiali.

In tema di controlli, verrà raddoppiato il numero degli ispettori ambientali che operano in collaborazione con il nucleo dei vigili ambientali della polizia municipale. Potenziata la flessibilità nel conferimento dei rifiuti con l’attivazione di cinque nuove mini ecoStation (“che tanto mini non sono, rileva Scarpa”).

Per le utenze non domestiche sono confermate le agevolazioni del 2017, a cui si aggiunge una novità per gli alberghi che quest’anno potranno contare su una sensibile riduzione della Tari: l’Amministrazione punta alla crescita dell’indotto turistico ed è particolarmente attenta alle sfide legate a Parma Capitale della Cultura 2020.

Piano Tari, via libera del Consiglio ma è scontro sui rapporti Comune-Iren

Lega all’attacco sul caso parcheggi alle Fiere – “Capiamo bene che il sindaco Pizzarotti e la sua Giunta oggi possano essere concentrati principalmente sul nuovo partito con cui andare in soccorso del Pd in difficoltà, ma vogliamo lo stesso sapere perché hanno deciso di espropriare abusivamente i terreni per ampliare il parcheggio delle Fiere” dice Laura Cavandoli, capogruppo della Lega in Consiglio comunale, che ha trattato l’argomento in una comunicazione urgente.

I giudici del Tar, hanno infatti accolto i ricorsi di due dei proprietari delle aree agricole espropriate e trasformate in parcheggio dopo che la dichiarazione di pubblica utilità necessaria per procedere all’esproprio era

scaduta da un anno e mezzo.

Morale: il Tar ha condannato il Comune a ripristinare la condizione dei campi prima della colata di cemento o fare di nuovo le procedure e pagare ai proprietari i danni per esproprio abusivo.

“In ogni caso un bello spreco di soldi dei contribuenti, quelli che secondo Pizzarotti (ovviamente per colpa degli altri), non bastano mai. A che serve mettere tutte le tasse al massimo per poi sprecare il denaro dei parmigiani così?”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...