attualità HOME

Bari, scoperto un traffico internazionale di rifiuti pericolosi: tre arrestati

Si tratta di due imprenditori italiani e uno egiziano. Sequestrate quattro aziende tra Andria, Ruvo di Puglia e Palo del Colle. Sigilli a mezzi pesanti e beni per un valore di un milione e 700mila euro

I carabinieri forestali del Gruppo di Bari hanno scoperto un traffico organizzato transfrontaliero di rifiuti pericolosi e non. Sono tre gli imprenditori arrestati, di cui uno egiziano e gli altri due di Ruvo di Puglia e Andria, più sette persone denunciate a piede libero con l’accusa principale di traffico illegale organizzato internazionale di rifiuti pericolosi condotto tra Italia, Egitto, Iran e Libia.
Alle misure personali si aggiungono il sequestro di quattro aziende, tra Palo del Colle, Ruvo di Puglia e Andria, oltre a diverse decine di mezzi pesanti ed al sequestro per equivalente di beni per un totale di oltre un milione e 700mila euro.

0 commenti su “Bari, scoperto un traffico internazionale di rifiuti pericolosi: tre arrestati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: