attualità HOME

“A morte le guardie”: oltraggio in via Fani al basamento della lapide per Moro

091307411-90da17be-c9c0-4841-ada0-e695a37a80d4.jpgLa scritta, in vernice nera e con a lato disegnate una svastica e una runa, è stata trovata nel luogo dell’uccisione degli agenti di scorta e del sequestro del leader della Dc. Caccia agli autori del gesto. Dei singoli fanatici oppure un gruppo politico ben organizzato? La polizia è al lavoro per individuare gli autori dello sfregio alla lapide. È ovvio che l’attenzione delle forze dell’ordine si concentra sulla galassia nera romana.

Sul posto, da stamattina, sono presenti gli agenti del commissariato di Monte Mario e la Digos. Molto probabilmente saranno questi ultimi a occuparsi del caso. Nel frattempo, il magistrato con le deleghe sull’antiterrorismo,  il procuratore aggiunto Francesco Caporale, è stato avvisato. La polizia sta cercando di verificare la presenza di telecamere nella zona. Videocamere che si potrebbero rivelare indispensabile per individuare gli autori del gesto

0 commenti su ““A morte le guardie”: oltraggio in via Fani al basamento della lapide per Moro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: