attualità HOME

Burian, dopo la neve ora il pericolo è il ghiaccio

111234052-150f1917-a09a-44f3-9048-09fd7f9bc023.jpg

Burian è arrivato in Toscana e ha imbiancato le zone collinari. In montagna c’è neve, anche oltre un metro e mezzo. Ma ora il nemico è il ghiaccio. Il crollo delle temperature è verticale: stamani il termometro a Firenze ha segnato -2 gradi. Ma in montagna, oltre i 1500 metri le minime scenderanno fino a -14 e le massime non supereranno -9. Meteo polare fino a mercoledì con possibili valori minimi prossimi o inferiori ai -10 gradi nelle valli riparate dal vento: dalla Val di Chiana, alla Val d’Orcia, dalla Garfagnana, alla Lunigiana, dalla Val Tiberina, all’Alto Mugello e al Casentino. Intanto l’allerta meteo è stata prorogata.

La Protezione civile ha deciso di mantenere il codice giallo per vento fino alle 20 di stasera e per la neve, solo per le zone appenniniche e meridionali, fino a mezzanotte: sono previsti accumuli di neve generalmente inferiori ai 2 centimetri in pianura su tutta la regione. Fino a 10 centimetri nelle zone collinari e anche fino a 20-25 a quote di montagna.

E poi c’è il vento: previsti forti venti di Grecale su tutta la Regione sia oggi che domani con raffiche fino a 60-80 chilometri orari sull’Arcipelago e fino a 50-60nelle zone interne. Mentre sull’Appennino il vento soffierà fino a 80-90 chilometri orari. Dopo i disagi di ieri, con neve in Mugello, in diverse zone del Grossetano, nel Pistoiese, Senese e nell’Aretino diversi comuni hanno deciso di tenere chiuse le scuole oggi: stop alle lezioni a Gavorrano, Roccastrada e Monterotondo Marittimo. Nell’ aretino resteranno a casa gli studenti di Cortona (Arezzo) e Badia Tedalda in alta Valmarecchia, dove nella notte a causa delle temperature in picchiata si è rotto un tubo di approvigionamento di gas metano: i tecnici sono già al lavoro per ripararlo.

Nella notte ha continuato a nevicare su tutti i passi di Casentino e Valtiberina ma non sono scattate ulteriori chiusure,dopo quelle decise per i passi della Calla e di Mandrioli: quest’ultimo è interdetto al traffico già da alcuni giorni per una frana. Strade chiuse ai mezzi di peso superiore alle 7,5 tonnellate anche se la polizia stradale non esclude una  riapertura a breve. In pianura è stato il ghiaccio a provocare disagi con scuole aperte nel capoluogo e chiuse in alcuni centri del Casentino e in sette comuni della Valdichiana.

Anche nel senese i sindaci di Chianciano Terme, Chiusi, Montepulciano,

Pienza, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda hanno deciso di tenere chiusi gli istituti, dagli asilo nido alle superiori. Mentre a Siena, nonostante il termometro questa mattina segni -2 i ragazzi andranno regolarmente a scuola. Disagi anche alla circolazione ferroviaria: sulla linea Siena-Chiusi ritardi fino a 70 minuti per alcuni treni per problemi ai dispositivi di circolazione, con i deviatoi che non funzionano correttamente a causa del ghiaccio.

0 commenti su “Burian, dopo la neve ora il pericolo è il ghiaccio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: