Maltempo, in Puglia allerta per il Buran: neve e gelo per 3 giorni. A Bari percepiti -9 gradi

Dalla serata di domenica 25 febbraio arriva il vento della Siberia: previsti fino a 30 centimetri di neve su Gargano, Murgia e Subappennino Dauno.  Temperatura in calo anche di 10 gradi

In Puglia arriva il Buran. Già a partire dalla serata di domenica 25 febbraio, il vento siberiano che soffia dagli Urali porterà gelo in tutta la regione e neve anche a quote collinari: dai 400 metri sul livello del mare in su, a cominciare da Gargano e Subappennino dauno e a eccezione del Salento. “Precipitazioni da deboli a moderate”, precisano i meteorologi. Tradotto: “Fino a 20 – 30 centimetri di neve accumulata nei rilievi interni della Puglia”. Alta Murgia compresa.

L’ondata di gelo inizierà a picchiare sulla regione da lunedì 26 e – almeno secondo i calcoli degli esperti – lascerà in pace i pugliesi solo a partire da mercoledì 28 febbraio, “quando rimonta l’anticiclone africano”. A dirlo, dal loro quartier generale di Modugno, alle porte di Bari, sono gli esperti del Centro funzionale decentrato della protezione civile regionale.

LE PREVISIONI

Che tengono gli occhi puntati su Buran: “La situazione è costantemente monitorata e ogni giorno pubblicheremo un bollettino di criticità per gli aggiornamenti sulle evoluzioni meteo”, spiega la responsabile del Centro, Tiziana Bisantino.Se il clou è previsto per lunedì, Buran, stando alle previsioni, inizierà a bussare alle porte della Puglia già dal pomeriggio di domenica 25 febbraio, dalla provincia di Foggia in giù. È lì che si attende la prima neve, fra il Subappennino dauno e il promontorio del Gargano.

Ventiquattr’ore dopo sarà tutta la regione a fare i conti con il gelo siberiano: “Per lunedì 26 si prevedono temperature in calo di quattro, cinque gradi in media su tutto il territorio regionale, con un calo più accentuato, anche di 10 gradi, sul nord della Puglia”, aggiunge Franco Intini dal Centro funzionale.

Il che significa temperature minime prossime allo zero in tutta la regione, con punte sotto lo zero su Gargano, Subappennino e Alta Murgia. Senza contare le temperature percepite: secondo le previsioni dell’Aeronautica militare alle 19 di lunedì potranno scendere anche a quota meno nove gradi in una città come Bari, per esempio, a causa di un vento con raffiche fino a 40 chilometri orari. In attesa del gelo siberiano, l’ultimo bollettino di criticità del Centro funzionale, pubblicato sul sito web della protezione civile regionale alle 13,45 di sabato 24 febbraio, dà una “allerta gialla per il rischio idrogeologico” sui bacini del Candelaro, Cervaro e del Carapelle, come anche per quelli di Basso Ofanto e Basso Fortore. Poi arriva Buran

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...