il grande freddo arriva in Emilia-Romagna. A Bologna “attrezzati anche per i -30°”

Il Comune pronto a usare un sale fondente nei punti più critici della viabilità. La task force di Enel, i consigli di Hera, l’allerta meteo per “temperature estreme” e le previsioni di inizio settimana

sfogliare news zeppieri.jpg

BOLOGNA – Ha ripreso a nevicare debolmente dalle prime ore del mattino in Emilia, dove non si registrano problemi di viabilità autostradale. In diverse città della regione sono segnalati invece criticità legate alle buche nell’asfalto provocate dal maltempo, con molti automobilisti che, riportano i giornali locali, hanno avuto gomme e cerchioni danneggiati. Dalle 22 a Bologna, Modena, Ravenna e Ferrara ordinanze prefettizie prorogano lo stop tutte le strade ai mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate, per precauzione. In alcune zone dell’Appennino la neve ha superato il metro e alcuni Comuni, ad esempio in Valmarecchia, nel Riminese e nel Parmense, hanno deciso di chiudere le scuole per domani. In Romagna si segnalano smottamenti e allagamenti, per ora limitati, come a Viserba, e canali con molta acqua. Anche qui, soprattutto nel Ravennate, ci sono strade deteriorate e i problemi riguardano anche la E45. In un cimitero dell’Imolese è caduto un cedro ultracentenario, senza danni alle persone.

Bologna è pronta anche ai -30°. No, nessuno si augura di arrivare a tanto e le seppur preoccupanti previsioni meteo lasciano intendere che nei prossimi giorni il termometro si fermerà prima (anche se al di sotto dello zero termico, sia nelle minime che nelle massime). Ma sulle strade cittadine, già messe alla prova dalle nevicate di metà settimana e dal rialzo termico di ieri, causa di buche nell’asfalto assai pericolose, sta per arrivare il sale fondente: scioglie il ghiaccio fino a trenta gradi sotto zero e più velocemente del sale normale, che perde di efficacia già a -7°.

Il Comune ha a disposizione 2mila tonnellate di sale normale, e ora arrivano altri 600 quintali di quello speciale per fronteggiare il freddo siberiano che sta per calare sulla pianura Padana; sarà distribuito in particolare “solo in caso di necessità nei punti molto critici come procedura estrema di garanzia e tutela della viabilità”: rotonde, cavalcavia, punti di assistenza sanitaria in collina. E per rimediare alle buche stradali che si sono formate da domani saranno attive dieci squadre attrezzate per le attività di riparazione, che lavoreranno ognuna in una zona diversa della città. Per riparazioni più estese “sarà invece operativa la macchina tappabuche di cui il Comune dispone: è costituita da un container coibentato e riscaldato che permetterà di effettuare rappezzi a caldo per l’intera giornata anche in presenza di condizioni ambientali rigide”.

Anche sulle strade provinciali – oltre ad allargare le carreggiate liberando l’asfalto dalla neve accumulata – le buche, assieme alla presenza di rami in strada e di ghiaccio – sono il pericolo principale per chi si mette in viaggio. I tratti provinciali risultavano ieri sera tutti comunque percorribili. Autostrade ricorda che oggi “sono attese precipitazioni nevose sull’A1 tra Parma e Firenze e tra Incisa e Chiusi ma anche sull’A14 tra Bologna e Pesaro”, mentre domani “le nevicate potrebbero interessare l’A14 tra Imola e Poggio Imperiale”. La società ha già attivato il piano antineve, “con oltre 2.200 mezzi operativi e 3.600 uomini dedicati alle attività di prevenzione ed abbattimento della neve con una capacità di circa 240.000 tonnellate di fondenti stradali”.

Enel si è organizzata per affrontare i possibili, se non probabili, disagi per la popolazione con una Task Force, pronta ad intervenire in tutta la Regione, composta da 1.100 tra tecnici e operativi ed oltre 300 gruppi elettrogeni. Resta sempre attivo il call center 803.500 per la segnalazione di guasti, mentre Hera nelle ultime ore ha avvisato i suoi clienti anche con sms sull’importanza di proteggere i contatori d’acqua esterni con materiale isolante, oppure, “se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sotto zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi”.

BOLOGNA – Ha ripreso a nevicare debolmente dalle prime ore del mattino in Emilia, dove non si registrano problemi di viabilità autostradale. In diverse città della regione sono segnalati invece criticità legate alle buche nell’asfalto provocate dal maltempo, con molti automobilisti che, riportano i giornali locali, hanno avuto gomme e cerchioni danneggiati. Dalle 22 a Bologna, Modena, Ravenna e Ferrara ordinanze prefettizie prorogano lo stop tutte le strade ai mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate, per precauzione. In alcune zone dell’Appennino la neve ha superato il metro e alcuni Comuni, ad esempio in Valmarecchia, nel Riminese e nel Parmense, hanno deciso di chiudere le scuole per domani. In Romagna si segnalano smottamenti e allagamenti, per ora limitati, come a Viserba, e canali con molta acqua. Anche qui, soprattutto nel Ravennate, ci sono strade deteriorate e i problemi riguardano anche la E45. In un cimitero dell’Imolese è caduto un cedro ultracentenario, senza danni alle persone.

Bologna è pronta anche ai -30°. No, nessuno si augura di arrivare a tanto e le seppur preoccupanti previsioni meteo lasciano intendere che nei prossimi giorni il termometro si fermerà prima (anche se al di sotto dello zero termico, sia nelle minime che nelle massime). Ma sulle strade cittadine, già messe alla prova dalle nevicate di metà settimana e dal rialzo termico di ieri, causa di buche nell’asfalto assai pericolose, sta per arrivare il sale fondente: scioglie il ghiaccio fino a trenta gradi sotto zero e più velocemente del sale normale, che perde di efficacia già a -7°.

Il Comune ha a disposizione 2mila tonnellate di sale normale, e ora arrivano altri 600 quintali di quello speciale per fronteggiare il freddo siberiano che sta per calare sulla pianura Padana; sarà distribuito in particolare “solo in caso di necessità nei punti molto critici come procedura estrema di garanzia e tutela della viabilità”: rotonde, cavalcavia, punti di assistenza sanitaria in collina. E per rimediare alle buche stradali che si sono formate da domani saranno attive dieci squadre attrezzate per le attività di riparazione, che lavoreranno ognuna in una zona diversa della città. Per riparazioni più estese “sarà invece operativa la macchina tappabuche di cui il Comune dispone: è costituita da un container coibentato e riscaldato che permetterà di effettuare rappezzi a caldo per l’intera giornata anche in presenza di condizioni ambientali rigide”.

Anche sulle strade provinciali – oltre ad allargare le carreggiate liberando l’asfalto dalla neve accumulata – le buche, assieme alla presenza di rami in strada e di ghiaccio – sono il pericolo principale per chi si mette in viaggio. I tratti provinciali risultavano ieri sera tutti comunque percorribili. Autostrade ricorda che oggi “sono attese precipitazioni nevose sull’A1 tra Parma e Firenze e tra Incisa e Chiusi ma anche sull’A14 tra Bologna e Pesaro”, mentre domani “le nevicate potrebbero interessare l’A14 tra Imola e Poggio Imperiale”. La società ha già attivato il piano antineve, “con oltre 2.200 mezzi operativi e 3.600 uomini dedicati alle attività di prevenzione ed abbattimento della neve con una capacità di circa 240.000 tonnellate di fondenti stradali”.

Enel si è organizzata per affrontare i possibili, se non probabili, disagi per la popolazione con una Task Force, pronta ad intervenire in tutta la Regione, composta da 1.100 tra tecnici e operativi ed oltre 300 gruppi elettrogeni. Resta sempre attivo il call center 803.500 per la segnalazione di guasti, mentre Hera nelle ultime ore ha avvisato i suoi clienti anche con sms sull’importanza di proteggere i contatori d’acqua esterni con materiale isolante, oppure, “se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sotto zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi”.

·LA NUOVA ALLERTA METEO
Tutti si stanno preparando dunque al grande freddo in arrivo. I siti di meteorologia continuano a dare consigli su come affrontarlo, dal riparo delle piante ai marciapiedi da spalare finché risulta ancora fattibile. Intanto la Protezione civile ha emesso un’allerta meteo di 36 ore, fino a tutta la giornata di domenica, di colore giallo per temperature estreme e ghiaccio o pioggia che gela su tutta la regione; per neve, ovunque tranne le aree di pianura e la costa.

La discesa dal Castello di Sestola con un metro di neve: l’impresa in soggettiva del maestro di sci

·LE PREVISIONI
Ecco dunque le previsioni; più che alla neve occorre prestare attenzione alle temperature. Per oggi, domenica, Arpae indica “cielo coperto con addensamenti più consistenti sul settore appenninico e sulla Romagna. Deboli precipitazioni a carattere nevoso, di maggiore intensità sulla Romagna, dove potranno essere localmente anche a carattere di rovescio”. Le massime saranno “in forte diminuzione” e non supereranno i 3 gradi.

Lunedì ancora un calo delle temperature, con massime fra -1 e -2 e minime fra -4 e -6 gradi, mentre il cielo sarà molto nuvoloso o coperto e si attende neve “sui rilievi centro-orientali, che localmente potranno interessare anche la relativa pianura”. Martedì e mercoledì non si avranno variazioni significative nel termometro; un piccolo rialzo si avrà probabilmente da giovedì, ma col ritorno della neve.

Secondo il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare fino alla mezzanotte di domenica molte nubi sul settore occidentale, aree alpine centrali, Emilia Romagna e Appennino ligure. Fenomeni nevosi sulle aree montuose e a bassa quota sul Piemonte, Emilia Romagna e Lombardia. Dal pomeriggio generale attenuazione dei fenomeni ad eccezione del basso Piemonte, Appennino tosco-emiliano e Liguria di ponente. Per lunedì molte nubi compatte su Valle d’Aosta,

Piemonte, ponente ligure, Lombardia ed EmiliaRomagnacentro-meridionale con deboli nevicate sulle aree alpine centro-occidentali e sull’EmiliaRomagna occidentale a quote di pianura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...