Gasdotto Tap, sassaiola e cariche della polizia al cantiere di Melendugno: feriti

SFOGLIARE NEWSUna cinquantina di manifestanti ha presidiato dall’alba il cantiere: alta tensione e scontri con la polizia. Colpiti due vigilantes e diversi manifestanti: due sono in ospedaleLECCE – Tensione alta all’alba a Melendugno, dove si sono verificati scontri tra le forze dell’ordine e manifestanti anti-Tap davanti al cantiere per la realizzazione del gasdotto. Opposte le versioni degli eventi fornite dalla Questura di Lecce e dagli attivisti.

Stando a quanto comunicato dalla polizia, alcune decine di persone, intorno alle 6.45, avrebbero effettuato una sassaiola per impedire l’ingresso di auto delle forze dell’ordine e della vigilanza privata dentro il cantiere. I manifestanti avrebbero danneggiato mezzi e la torre faro, due vigilantes sono rimasti feriti.

Completamente diversa la ricostruzione degli attivisti, due dei quali sono stati portati inospedale: una donna di cinquanta anni e il titolare di un esercizio commerciale di Melendugno, colpito da manganellate sulla testa e sulle spalle.

Stando a quanto raccontato dagli esponenti del Comitato No Tap, alcune persone, che stavano cercando di bloccare l’ingresso dei mezzi nel cantiere ponendosi davanti, sarebbero state caricate dalle forze dell’ordine. La donna sarebbe caduta a terra e, in quei momenti concitati, sarebbero state lanciate pietre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...