attualità HOME

Smog, nuova proposta di Torino: limiti più severi e niente stop totali

Ma i comuni della cintura: basta divieti agli Euro 5. Domani il verticeVia il blocco totale del traffico, una sola centralina di riferimento per far scattare i livelli di allerta tra Torino e l’hinterland e la proposta dal prossimo anno di abbassare il limite giornaliero dei livelli di polveri sottili: da 50 a 40 microgrammi per metro cubo. Ecco in sintesi le proposte che l’assessore all’Ambiente della giunta Appendino, Alberto Unia, ha inviato alla sua collega della Città metropolitana, Elisa Pirro, in vista del tavolo smog convocatoper domani con tutti i Comuni dell’hinterland.

arnaldo zeppieri.jpg
Una delle proposte principali riguarda la modifica del livello viola, mai scattato fino ad oggi a Torino, e che prevede il blocco totale della circolazione dopo 20 giorni consecutivi oltre i 50 microgrammi. A sostituirlo saranno le limitazioni previste dal livello “ rosso”, diesel fino a Euro 5 compreso, che subiranno un’estensione di orario, dalle ore 7 alle 20 rispetto al classico 8- 19. Sarà però aggiunto, solo per il livello “ viola”, il divieto a tutti i mezzi Euro 1 alimentati a benzina, sempre dalle ore 7 alle ore 20.

Per adeguarsi al protocollo regionale antismog Unia prevede una modifica anche al sistema di controllo della concentrazione di polveri: due i giorni della settimana in cui i valori dell’Arpa saranno presi in considerazione per definire i livelli di intervento, il lunedì e il giovedì, mentre sarà la stazione di misurazione con il valore peggiore tra quelle presenti in tutto il territorio preso in considerazione a orientare le scelte degli amministratori pubblici. Torino prevde anche di introdurre nuove deroghe, come l’esenzione per i veicoli utilizzati a scopo commerciale immatricolati dopo il 1° gennaio 2013. La regola pensata da Torino prevede la possibilità per i mezzi utilizzati a scopo commerciale immatricolati dopo il 1° gennaio del quinquennio precedente all’anno in corso di poter comunque circolare. Quest’anno sarà il 2013, il prossimo anno sarà il primo gennaio 2014.
La bozza sarà portata al tavolo di coordinamento sulla qualità dell’aria promosso dalla Città metropolitana con l’obiettivo di uniformare i modelli per contenere il Pm10 e il biossido di azoto su tutta l’area urbana. Idee che non riguardano solo quest’anno. Di fronte ai sindaci che storcono il naso, Unia ribatte che “si tratta di proposte che porteremo al tavolo. Sono ottimista: una quadra che tenga conto delle esigenze si troverà”. Ma dai sindaci della cintura, per ora, le reazioni sono tutte negative: “Solo danni per chi abita fuori dalla città” è la sintesi di fronte al nuovo piano della città. In particolare da Settimo a Grugliasco si contestano i blocchi anche per gli Euro 5 diesel.
Torino guarda già alla prossima stagione e ipotizza di inasprire le misure antismog per l’inverno 2018-2019. Si propone di ridurre la soglia di riferimento della concentrazione di Pm10 da 50 a 40 microgrammi per metro cubo. Per tutti i mezzi che trasportono merci e persone, quale sia l’alimentazione, sarà definitivamente vietata la circolazione in città 24 ore su 24 se si tratta di Euro 0. Sempre per tutto l’anno, ma in orario 8- 19, non potranno circolare i diesel Euro 1 e 2 adibiti a trasporto persone. Come previsto poi dall’accordo padano e da delibera regionale verrà inserito il blocco dei diesel Euro 3 dal 1° ottobre 2018 al 31 marzo 2019, la cosiddetta “stagione critica”. E anche per i veicoli a trazione diesel da Euro 1 a Euro 3 che trasportano merci varrà il blocco con orario 8-19, ma solo tra ottobre e marzo.
Proposte che arrivano

mentre Legambiente regala a Torino il primato di città più inquinata con 112 sforamenti. Un record che fa dire all’assessore Unia: “Da questi ultimi dati e dalle altre analisi uscite in questi giorni si capisce come l’amministrazione torinese non sbagli a essere un po’ più rigorosa sul tema dell’inquinamento”.

0 commenti su “Smog, nuova proposta di Torino: limiti più severi e niente stop totali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: