attualità HOME

Affari, soldi e delitti: “La mafia di Ostia non ha più segreti”

Arrivano gli arresti. Microspie e i racconti di quattro collaboratori. Il ruolo delle inchieste di Repubblica

sfogliare news

Alle quattro del mattino i lampeggianti blu di polizia e carabinieri hanno illuminato a giorno il quartier generale degli Spada: piazza Gasparri. Elicotteri, macchine e uomini divisa sono stati l’atto finale di un’inchiesta che va avanti da due anni e che ha portato a conclusione il lavoro degli agenti della Mobile di Luigi Silipo e dei carabinieri del gruppo di Ostia, comandanti dal colonnello Pasquino Toscani. Quando i 32 componenti del clan Spada sono stati portati a sirene spiegate in carcere, il procuratore della Dda Michele Prestipino ha spiegato come i pm Mario Palazzi e Ilaria Calò, gli investigatori e il gip Simonetta D’Alessandro siano riusciti a incastrare la famiglia criminale che ha divorato Ostia e come abbiano potuto contestare loro il 416bis.

La mafia autoctona «Quello delineato dalle indagini è uno scenario criminale complesso, che vede protagonista il clan Spada non solo in settori criminali e con attività svolte con il tipico metodo mafioso ma anche in attività lecite, quali la balneazione e la gestione di sale giochi e videopoker ». Violenza e business, omicidi e gestione dei lidi, pizzo e rapporti con l’amministrazione della cittadina sul mare di Roma. Confermando quanto rivelato con le inchieste di Repubblica.

Gli omicidi per la supremazia Ci sono quattro collaboratori di giustizia, preziosissimi per le indagini, che indicano Carmine, il boss, e il fratello Roberto, come i mandanti dell’omicidio, nel 2011 di due pregiudicati, Giovanni Galleoni e Francesco Antonini, che a oggi aveva come unico colpevole un egiziano. « Tengo a precisare racconta un pentito – che l’omicidio in effetti era stato programmato dalla famiglia Spada. Roberto mi diede 1500 euro da dare all’egiziano per quel delitto».

Gli agguati a Romoletto Il 4 e l’8 novembre del 2016 Carmine Spada (“ Romoletto”) è vittima di due agguati a colpi di pistola. Nell’ottica dell’omertà di un boss, non denuncia nessuno dei due episodi ma è molto preoccupato, tanto che si procura una scorta fatta da suo nipote e dal suo braccio destro, Alessandro Rossi. Quando individua il mandante del suo tentato omicidio vuole vendicarsi ma i boss Fasciani lo bloccano.

Il pizzo ai commercianti Una società di security, la Global Protection Service, dietro cui c’erano gli Spada, aveva in mano la guardiania di supermercati, lidi e locali. Ma dal rivale ucciso Galleoni gli Spada ereditano una serie di attività a cui chiedono il pizzo. «Posso citarvi le seguenti attivià dice un altro pentito – il bar Sisto di piazza Anco Marzio, il bar, il Conad e il meccanico in via del Sommergibile, il veterinario e il fruttivendolo in via Forni, un bar di cinesi in via Cagni» e tante altre attività. Chi non pagava aveva in cambio fiamme e angherie. « Quello ( Carmine) si è presentato col lanciafiamme » , dice un imprenditore.

La casa in cambio del debito Roberto Spada decide di azzerare un debito di droga “sfrattando” la madre del debitore dal suo appartamento comunale e cambiandolo col suo. Cento metri quadri al posto dei 40 della sua vecchia casa. La compagna di Roberto, Elisabetta Ascani, teme che possa essere

oggetto di sequestro quell’abitazione considerate le dichiarazioni dei pentiti e consiglia: « Ce la dobbiamo vende e con quei soldi andiamo in affitto».

La protezione ai balneari Per paura di attentati sono alcuni imprenditori balneari ad affidarsi al clan. « Volendo rendere questa situazione vivibile per tutti, 20 mila euro l’anno per 5 anni te li posso dare. So che tu mi cammini a fianco 5 anni e so che non mi succede niente»

0 commenti su “Affari, soldi e delitti: “La mafia di Ostia non ha più segreti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: