Taranto, nei wind day niente più stop alle scuole: “L’Ilva dovrà fermare le polveri”

Ordinanza urgente del sindaco Melucci che ha ordinato lo stop di parchi minerali e nastri trasportatori nei giorni di vento. L’Ilva dovrà pulire non solo le strade dentro al siderurgico ma anche quelle del Tamburi

cristian nardi CEO 1

Il Comune di Taranto dichiara guerra alle polveri dell’Ilva nei wind days. Con un’ordinanza “contingibile e urgente” il sindaco Rinaldo Melucci ha ordinato lo stop di parchi minerali e nastri trasportatori nei giorni di vento.

L’Ilva, inoltre, dovrà pulire non solo le strade dentro al siderurgico ma anche quelle del quartiere Tamburi con appositi macchinari per aspirare le polveri pericolose. Niente più scuole chiuse al quartiere durante i giorni di vento, quindi, ma solo uscita anticipata. Arpa e Asl informeranno sugli orari più sicuri in cui stare all’aperto.

Cambio di rotta del primo cittadino che a ottobre 2017 aveva ordinato la chiusura delle scuole per tutelare la salute dei bambini, esposti nei giorni di vento alle pericolose polveri minerali che si sollevano dai parchi del siderurgico. Con la nuova ordinanza, ogni qual volta gli anemometri dell’Ilva misureranno venti superiori ai sette metri al secondo, il siderurgico dovrà fermare ogni attività all’interno dei parchi minerali e non potrà utilizzare i nastri trasportatori, giganteschi tapis roulant sui quali le materie prime vengono spostate da un reparto all’altro.
“Ci sono macchinari all’avanguardia in grado di aspirare le polveri anche negli interstizi dell’asfalto” spiega il vice sindaco Rocco De Franchi. “L’Ilva dovrà usarli per pulire le strade all’interno del siderurgico e anche vie e marciapiedi del quartiere Tamburi riempitei di minerale dopo ogni wind day.
Dopo 11 giorni di chiusura straordinaria delle scuole, che ha creato diversi disagi tra le famiglie del quartiere, il Comune cambia la sua politica sui wind days. “Gli esperti di Asl e Arpa”, spiega De Franchi, “ci dicono che l’aria all’interno è migliore di quella all’esterno delle scuole. Quindi i bambini potranno andare a scuola ma solo con orario ridotto a 4 ore e uscita alle 12.30. Si sta lavorando a un modello per prevenire i picchi di vento e le concentrazioni in modo da evitare entrata e uscita nei momenti più delicati. Grazie ad una previsione di 48 ore, ad esempio, se sapremo che la forza del wind day si concentra di pomeriggio, non ci sarà alcun motivo di chiudere le scuole di mattina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...