Pioltello, deraglia il treno dei pendolari: tre morti e 100 feriti, 5 sono gravissimi

Il treno di pendolari numero 10452 è stato localizzato per l’ultima volta alle 6.57, partito da Cremona, era diretto alla stazione di Milano Porta Garibaldi

cristian nardi CEO.jpg

Persone incastrate tra le lamiere, elicotteri a far da spola con gli ospedali, soccorritori in arrivo da mezza Lombardia ed Emilia-Romagna, morti e tanti, tantissimi feriti. Il bilancio, aggiornato dalla prefettura parla di tre vittime, tutte donne, di 5 feriti in maniera molto grave e 100 in condizioni meno serie. Tutti passeggeri del treno pendolari numero 10452, il Cremona-Milano Porta Garibaldi che alle 6.57 è sparito dai radar delle ferrovie ed è ricomparso poco dopo rovesciato, in parte accartocciato contro un palo e con un gran numero di pendolari incastrati o, comunque, prigionieri delle carrozze. Dalle prime informazioni, sembra che il treno viaggiasse a una velocità di 100 chilometri all’ora.I vigili del fuoco hanno dovuto aprire le pareti del treno come fossero scatolette di latta. Alle otto del mattino il livello di emergenza è ai massimi livelli. Vigili del fuoco, poliziotti, carabinieri, infermieri, medici, personale delle ambulanze sono accorsi a Pioltello per quello che è uno degli incidenti ferroviari più gravi della Lombardia. L’ospedale di Monza ha sospeso tutti gli interventi elettivi (quelli programmati, non urgenti) in attesa dell’arrivo massiccio di feriti.

Pioltello, deraglia il treno dei pendolari: tre morti e 100 feriti, 5 sono gravissimi

Lo scambio dove è avvenuto l’incidente

Il questore: “Cedimento tra i vagoni”. Una primissima ricostruzione dice che il convoglio formato da cinque carrozze è deragliato vicino a uno scambio tra Segrate e Pioltello. Pare che all’altezza dello scambio le prime due carrozze siano passate mentre le altre tre sono uscite dai binari “per – dice il questore di Milano Marcello Cardona – un cedimento tra i vagoni”. Un passeggero parla di una vibrazione, fortissima, che ha preceduto il deragliamento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Il treno ha cominciato a tremare”. Gianmarco, 25 anni, pendolare salito a Crema racconta: “Poco prima di Pioltello il treno ha cominciato a tremare, abbiamo capito che stava per succedere qualcosa”. E aggiunge: “Il treno era pieno peché a Treviglio salgono in tanti. Avrà tremato per 3-4 minuti poi è arrivata una botta. Una vettura si è staccata”.

Polemiche social contro Trenord. Trenord, attraverso i propri canali online, ha spiegato subito dopo l’incidente che “a causa di un inconveniente tecnico in prossimità della stazione di Pioltello, che richiede un necessario intervento delle autorità competenti, la circolazione è al momento interrotta tra le stazioni di Treviglio e Milano”. Questo tipo di linguaggio burocratico di fronte a un incidente di tale portata, con vittime e feriti, ha scatenato le polemiche sui social.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...