cronaca HOME

Terrore nel Casertano: uccide la moglie, fa fuoco sulla folla e poi si suicida


205309272-7819e34c-98c1-49a4-ace5-2ba0b60fefbeL’uomo, una guardia giurata, si è sparato alla testa dopo un pomeriggio di follia. La figlia è scappata ed è riuscita a salvarsi. Panico tra la folla: ferite cinque persone. Sul posto carabinieri e polizia

Terrore nel Casertano. Si è sparato alla testa ed è morto Davide Mango, l’uomo che nel pomeriggio si è barricato nel proprio appartamento a Bellona (via Cafaro) armato di fucile da caccia. Il 48enne ha ucciso la moglie, Anna Carusone di 45 anni, e ha cominciato a sparare all’impazzata dal balcone sulla folla generando il panico. Sul posto decine di carabinieri, poliziotti e alcuni negoziatori.

Un far west scatenato attraverso modalità e dinamiche ancora da ricostruire nel dettaglio ma che descrivono il 48enne, ex guardia giurata, un passato di sostenitore di Forza Nuova, in preda ad un raptus.

La figlia di 14 anni è riuscita a scappare e ha gridato disperata alla gente in strada: “Mamma è a terra per le scale”. Sotto choc, la ragazza non è riuscita a raccontare nulla ai soccorritori. Cinque persone, tra le quali un carabiniere, sono rimaste ferite in maniera lieve. I militari hanno cercato di convincere l’uomo alla resa. Ma Mango ha esploso un colpo di pistola: si è sparato alla testa.

IL RACCONTO DEI TESTIMONI
“Davide si è fermato con la sua auto davanti al bar nei pressi di casa sua, imbracciava un fucile; è entrato nel locale e ha sparato verso il barista rimasto ferito. Poi è uscito e ha sparato ad una donna, quindi è salito a casa e ha esploso diversi colpi contro la moglie. É uscito sul balcone sparando a chiunque gli capitasse sotto tiro”. Così Vincenzo, militante di Forza Nuova e amico di Mango.

“E’ una cosa inspiegabile – aggiunge l’amico – veniva spesso a cena da me perché vivo da solo, ma non mi aveva mai parlato di problemi particolari. Ci eravamo conosciuti cinque anni fa a Caserta nel corso di un’iniziativa di Forza Nuova ed era nata una bella amicizia”. Qualcuno riferisce di problemi con la moglie. Dal panificio vicino all’abitazione di Mango la titolare dice di aver “udito numerosi spari e di aver abbassato le serrande per paura”.

 FERITI
Tra i feriti anche il luogotenente Crescenzo Iannarelli, comandante della stazione dei carabinieri di Vitulazio, che è stato raggiunto da un pallino al labbro. Al momento non si hanno notizie certe sul movente.
Il padre del 48enne aveva cercato di convincere il figlio ad arrendersi urlando: “Davide, Davide, basta”. Mango avrebbe sparato una cinquantina di colpi usando un fucile da caccia e una pistola.

Terrore a Caserta, il testimone: “Sparava sui passanti”

I RAPPORTI CON “FORZA NUOVA”
Stando a fonti di polizia, l’uomo era già stato denunciato in precedenza. La vittima aveva pubblicato una foto sui social network contro la violenza sulle donne. Mango è ritratto invece in alcune foto con i simboli di Forza Nuova. “Pur esprimendo tutta la nostra tristezza per l’accaduto, è giusto” precisare: “Davide Mango è stato sì per un periodo nostro sostenitore ma mai militante attivo”. Lo dice in una nota sulla sua pagina Facebook la sezione casertana di Forza Nuova, che interviene sulla vicenda in corso a Bellona.

Terrore nel Casertano: uccide la moglie e spara sui passanti

“I

suoi rapporti con Forza Nuova – prosegue la nota – si limitavano al presenziare a qualche cena di finanziamento; non ha mai agito né fatto parte dei quadri militanti. Detto ciò è giusto precisare che si parla di un periodo di tempo superiore ai 6 anni trascorsi. Che non si usi una tragica vicenda personale per tirare fango e menzogne su tutto il Movimento e su tutti i nostri Militanti” conclude il post.

0 commenti su “Terrore nel Casertano: uccide la moglie, fa fuoco sulla folla e poi si suicida

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: