Bologna, il sindaco ribalta la sua giunta: fuori Malagoli e Gambarelli, la cultura a Lepore

Entrano Aitini (Sicurezza) e Lombardo (Lavoro). Merola: “Scelte impegnative anche dal punto di vista personale, ma compiute in autonomia”

Arnaldo zeppieri

BOLOGNA – Ribaltone elettorale a Palazzo d’Accursio. Coi nervi tesi sulle liste per le politiche, Virginio Merola decide di accogliere in squadra due esponenti Pd: il renziano di minoranza Marco Lombardo, escluso dalla lista alle politiche, e Alberto Aitini, fedelissimo di via Rivani. Fuori dalla giunta, dalla sera alla mattina, il responsabile della sicurezza Riccardo Malagoli e l’assessora alla cultura Bruna Gambarelli.

“Il governo della città, di ogni città, è fatto di scelte”, spiega Merola oggi in una nota. “Ho letto le dichiarazioni di Riccardo Malagoli, al quale mi legano anni di lavoro e di amicizia: comprendo il suo stato d’animo, ma sono dispiaciuto che abbia fatto riferimento proprio alla nostra amicizia. Malagoli ha lavorato bene per la nostra città, e con me personalmente, perché è capace e leale. Non perché è mio amico”. Merola ringrazia anche Bruna Gambarelli “per la qualità del lavoro svolto in questi mesi e per i risultati che raggiungeremo anche grazie alla programmazione da lei predisposta”.

“Sono state scelte per me impegnative, anche dal punto di vista personale, come sa bene chi mi conosce”, ammette Merola. “Ma sono scelte che – come sempre – assumo in autentica autonomia, ovvero con senso di responsabilità e con la convinzione che sono utili per la stabilità, l’unità e l’efficacia dell’azione di governo nell’interesse generale della città. Auguro perciò buon lavoro ai nuovi Assessori, Alberto Aitini e Marco Lombardo, che hanno la mia piena fiducia e che apporteranno al lavoro di Giunta nuove energie e capacità”. Giuliano Barigazzi, assessore alla Sanità dopo le dimissioni di Luca Rizzo Nervo, assume da oggi anche l’incarico di coordinatore politico della giunta.

·LA NUOVA GIUNTA
Alberto Aitini, il primo nuovo nome, assume le deleghe a Sicurezza urbana integrata, Commercio, Polizia municipale, Protezione civile, Manutenzione del patrimonio e del verde pubblico, Rapporti con il Consiglio comunale.
Marco Lombardo si ocucperà di Relazioni europee e internazionali, Lavoro, Attività produttive, Progetto ‘Insieme per il lavoro”, Politiche del terzo settore, Cooperazione internazionale, Ong.
Il sindaco Virginio Merola riserva a sé le competenze relative a Personale, Comunicazione, Progetto risveglio civico, Progetto stadio.
La vicesindaco Marilena Pillati mantiene le competenze su Educazione, Scuola, Adolescenti, Giovani, Politiche per la famiglia.
L’assessore Giuliano Barigazzi assume l’incarico di coordinatore di Giunta e mantiene le deleghe a Sanità e Welfare.
L’assessore Davide Conte mantiene le deleghe su Bilancio, Finanze, Partecipazioni societarie; partecipazione degli utenti al controllo della qualità dei servizi pubblici comunali e assume la delega alla Semplificazione amministrativa.
Virginia Gieri mantiene le deleghe su Casa, Emergenza abitativa e Lavori pubblici. Alla stessa è inoltre delegata la presidenza della commissione sostitutiva per la denominazione delle vie cittadine.
Matteo Lepore mantiene le deleghe a Promozione della città, Agenda digitale, Immaginazione civica (urban center, programma Pon metro), Patrimonio, Sport e assume le deleghe a Cultura e Progetto nuove centralità culturali nelle periferie, Rapporti con l’Università.
L’assessore Valentina Orioli mantiene le deleghe a Urbanistica, Edilizia privata, Ambiente, Tutela e riqualificazione della città storica.
Irene Priolo mantiene le deleghe a Politica per la mobilità, Trasporto pubblico locale e servizi di trasporto collettivo, Infrastrutture per la mobilità, Piano urbano del traffico.
Susanna Zaccaria mantiene le deleghe a Affari generali, Servizi demografici, Quartieri, Pari opportunità e differenze di genere, Diritti lgbt, Contrasto alle discriminazioni, Lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori, Diritti dei nuovi cittadini, Progetto patto per la giustizia. Inoltre assume la delega ai Diritti e benessere degli animali.

·MALAGOLI: “MEROLA SPIEGHI ALLA CITTA'”
Se il sindaco dice che “ho lavorato bene e sono capace, allora dovrebbe dare delle spiegazioni alla città, non a me, perché forse la città non capisce”, commenta la  vicenda – anche umana – l’ormai ex assessore Riccardo Malagoli. “Io me la cavo, anche se ovviamente c’è tanta amarezza nell’essere cacciato via in mezza giornata e senza una motivazione. Può capitare a tutti di aver sbagliato, ma una motivazione non c’è se non il rapporto di Merola con il Pd, ma di questo a me e alla città interessa il giusto”, e all’agenzia Dire conferma che tornerà a fare politica, “nel mio piccolo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...