attualità HOME

Alatri, cittadini in marcia per dire no agli impianti a Fontana San Pietro

di Andrea Tagliaferri
Una “ marcia sul Comune”. È questo uno dei risultati usciti dall’incontro pubblico avvenuto mercoledì sera in contrada Fontana San Pietro, a poche centinaia di metri dal sito individuato per la costruzione dei due impianti produttivi: uno per la frantumazione e lo stoccaggio di materiali edili di scarto, l’altro per la triturazione di verde e fogliame. Appuntamento alle ore 13 di questa mattina nel piazzale ex Fiere Centro Italia, direzione piazza Santa Maria Maggiore, dove ad attendere una delegazione dei residenti ci sarà il sindaco Giuseppe Morini che si è detto disponibile ad ascoltare le istanze e i timori della popolazione.

LE OBIEZIONI
D’altronde quello che è venuto fuori da questo incontro serale, affollato di mamme, papà, figli e imprenditori della zona è che si tratterebbe di progetti azzardati per diversi motivi: la vicinanza alle abitazioni; l’alto valore, come indicato nel Piano regolatore, dell’area agricola; la presenza di fonte d’acqua ancora considerata “pura” che transita anche per un antico lavatoio e con una viabilità poco più che “rurale”.
IL FRONTE DEL NO SI ALLARGA
Altro dato importante venuto fuori da questo incontro è che per la prima volta la protesta o, comunque, l’allerta si sia allargata anche ai due comuni limitrofi ovvero Frosinone e Ferentino, che vedono i propri confini a poche decine di metri dalla particella catastale su cui, se autorizzati, nasceranno i due impianti. A riprova di questo allargamento del fronte del “no” c’è stata la presenza, in questo incontro, di due consiglieri comunali di Ferentino (Maddalena e Berretta) e uno di Frosinone (Cedrone) che hanno espresso vicinanza alla popolazione e si sono detti disponibili a portare all’attenzione dei propri sindaci e consigli comunali, nonché della popolazione, la vicenda e i rischi ad essa connessi.
La riunione è stata voluta dal referente di zona, Roberto Orologio, supportato da alcuni consiglieri comunali di Alatri, da associazioni e comitati civici come l’Associazione Medici di Famiglia per l’Ambiente di Frosinone, coordinati dal dr. Giovanni Martino, Dario Ceci del movimento “Patto Civico”, Davide Rapone del Comitato Valle del Cosa, Remo Costantini, avvocato ed ex amministratore, Francesco Notarcola, del Coordinamento provinciale Sanità, Enrico Pavia, avvocato e consigliere di minoranza di Alatri, oltre ai già citati Marco Maddalena e Maurizio Berretta per Ferentino ed Enrico Cedrone per il capoluogo.

0 commenti su “Alatri, cittadini in marcia per dire no agli impianti a Fontana San Pietro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: